essere genitori

Essere genitori è un compito impegnativo e spesso si è sopraffatti dai consigli di parenti ed amici. A volte però si tratta di miti e credenze che potrebbero avere poco di veritiero.

Sei curiosa di scoprire quali miti ruotano intorno all’essere genitori?

Per essere genitori non occorrono ricette particolari, ma tanto buon senso e pazienza per riuscire a sintonizzarsi con le esigenze dei propri figli.
Generalmente quando nasce un bambino, è d’uso comune che tutti si raccolgano a dispensare consigli e pillole di saggezza su come essere genitori e crescere al meglio il piccolo. In realtà molti di questi non hanno alcuna valenza educativa e pedagogica, vediamone alcuni:
  • Vizierai il tuo bambino se lo prendi in braccio ogni volta che piange: FALSO! I bambini hanno bisogno di sperimentare fiducia negli adulti che si prendono cura di lui. Ogni pianto è legato a una richiesta specifica e se i genitori non rispondono in maniera adeguata, il bambino crescerà con l’idea di non poter contare su di loro. Impara ad ascoltare il pianto e a capire cosa ti sta comunicando tuo figlio, ignorarlo non servirà a nulla se non a generare frustrazione in entrambi.
  • Se il bambino è triste, c’è qualcosa che non va: FALSO! I bambini, come gli adulti, hanno i loro piccoli sbalzi d’umore. Possono essere arrabbiati e nervosi in mezzo alla folla, possono essere stanchi e a disagio in qualche situazione particolare. E’ normale e sano che sperimentino tutte le emozioni nelle varie sfumature. E’ fuorviante invece pensare che debbano provare le nostre stesse emozioni in uno specifico contesto.
  • Non bisogna dire troppi no: FALSO! Fino a qualche decennio fa l’educazione dei figli era molto più severa, c’erano maggiori ristrettezze economiche e dire NO era la regola. Oggi i genitori sono passati all’estremo opposto: mossi dal terrore di provocare troppi danni ai bambini, sono convinti che dire NO sia nocivo. I bambini hanno bisogno di regole chiare e di limiti, questo li aiuterà a gestire in maniera sana le frustrazioni.
  • Si può modellare la personalità del bambino: PARZIALMENTE VERO! Ogni bambino crescerà acquisendo i modelli comportamentali della propria famiglia, imparerà ad amare così come è stato amato, apprenderà valori e regole del suo ambiente. Tuttavia questo non significa che i genitori possano plasmare il figlio a proprio piacimento, si può solo cercare di modificare alcuni suoi tratti, rispettando comunque la sua indole.
  • Bisogna trattare i figli allo stesso modo: FALSO! I figli non sono tutti uguali, ognuno ha le sue peculiarità, i suoi interessi e i suoi bisogni. Essere genitori implica anche accogliere queste differenze. Ai figli più grandi verranno date maggiori responsabilità, i più piccoli avranno bisogno di essere accompagnati ancora per un po’. Non si può imporre lo stesso sport a tutti, non si può pretendere che tutti vadano bene a scuola. Qualcuno avrà bisogno di maggiore comprensione, qualcun altro di più rigidità. Bisogna solo rispettare la loro diversità.

Adesso la parola a voi: conoscere qualche altro mito da inserire nella lista?

Se vuoi saperne di più sull’argomento e desideri conoscere più a fondo i comportamenti e le emozioni dei tuoi bambini, dà un’occhiata  al mio E-book: I bisogni dei bambini: educare in maniera efficace imparando ad ascoltare“.

Possiedi anche Kindle Unlimited? Allora l’Ebook per te è gratuito!

Approfondisci anche:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.