come raggiungere i tuoi obiettivi sul lavoro

Se vuoi raggiungere  i tuoi obiettivi sul lavoro, ma sei continuamente travolta dai sensi di colpa verso i tuoi figli, forse dovresti rivedere qualcosa.

Per raggiungere i tuoi obiettivi, devi agire su 2 fronti: combattere la pigrizia e smettere di procrastinare, cullandoti nell’idea di doverti occupare solo dei tuoi figli.

Non sempre le cose vanno come vorremmo e accettare di non avere il controllo su tutto è fondamentale. Bisogna accantonare la fantasia dannosa di dover essere una mamma perfetta a tutti i costi.

Raggiungere i tuoi obiettivi partendo da te

Quando si diventa genitori e bisogna divincolarsi tra figli, casa, lavoro e marito, è naturale e comprensibile che ci siano momenti in cui ci si sente più stanchi del solito e cala la motivazione.

Potrebbero esserci stati eventi che hanno intralciato e rallentato il tuo percorso, potresti aver impostato un obiettivo troppo ambizioso o più semplicemente hai rimandato per troppo tempo.

Ma se questa condizione mentale tende a perdurare nel tempo, rischi di allontanare sempre di più la tua meta.

Chi l’ha detto che una mamma debba smettere di essere ambiziosa e rinunciare ai propri obiettivi?

Per raggiungere i tuoi obiettivi stravolgi il tuo punto di vista

Prova a seguire questi suggerimenti per metterti alla prova e dimostrare a te stessa che se sei ancora in grado di raggiungere i tuoi obiettivi.

Studia prima la situazione

  • Poniti obiettivi raggiungili: se punti troppo in alto rischi di perderti per strada e il fallimento è dietro l’angolo. Stabilisci degli step da raggiungere volta per volta, costruisci una mappa delle tappe necessarie per raggiungere i tuoi obiettivi.
  • Impara a riconoscere i tuoi limiti: non siamo esseri umani perfetti e non possiamo fare sempre tutto al meglio. Considera i limiti come parti della tua persona e non come difetti innati e immodificabili.
  • Sfrutta le tue potenzialità: investi tempo, energie e anche denaro per trasformare le tue capacità in risorse e punti di forza. Bisogna puntare prima su quello che già si ha!

È ora di agire!

  • Passa all’azione: una volta raccolte le informazioni di cui hai bisogno, concentrati su cosa puoi fare concretamente. Spegni il pc, muoviti tra la gente, socializza, sponsorizza te stessa e il tuo progetto.
  • Metti in conto gli errori: sbagliare fa parte del gioco, esamina cosa avresti potuto fare, modifica la tua strategia e prosegui su una strada alternativa. Si perde una battaglia, ma la guerra è ancora in corso!
  • Impegno, costanza e passione: questi sono gli ingredienti che non devono mai mancare. Se vuoi raggiungere i tuoi obiettivi concentrati al massimo, investi tempo ed energie, non mollare e continua a coltivare il tuo desiderio.
  • Cerca di osare: non accontentarti di far parte della massa, se hai un buon progetto non temere il giudizio degli altri, l’innovazione e la tenacia sono la chiave del tuo successo.

Coltiva un buon atteggiamento mentale

  • Sii umile: è ciò che differenzia un capo dal leader. Con l’umiltà riuscirai a coltivare buoni rapporti e a mostrare quanto vali, senza il bisogno di prevaricare gli altri.
  • Cerca di essere positiva: i momenti di scoraggiamento potranno capitare, ma bisogna perseverare. Non fidarti di chi ti dice di mollare, circondati di persone positive e gratificati con attività che ti aiutano a mantenere un atteggiamento positivo.
  • Rinuncia al mito della mamma perfetta: la mamma perfetta non esiste! Se riesci a conciliare il lavoro con i figli, sarà la qualità del tempo che trascorri con loro a fare la differenza.

Segui questi 10 punti e inizia a costruire la strada per il tuo successo.  Una donna gratificata sul lavoro sarà una mamma più felice e una moglie più presente. Una donna frustrata e convinta di aver fallito, sarà una mamma sempre tesa e una moglie arrabbiata. Scegli tu da che parte stare!

Benessere donna

Ecco altri spunti per prenderti cura di te, come donna:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.