sviluppare la resilienza

La resilienza è la capacità di superare le difficoltà della vita con tenacia, riuscendo a trasformare la crisi in qualcosa di positivo. Avere una buona resilienza è fondamentale per riuscire a risollevarsi dopo un brutto periodo o un grave trauma.

Resilienza: cos’è?

La resilienza è la possibilità di contare sulle proprie risorse quando tutto sembra perduto: una brutta malattia, una separazione, una morte improvvisa, tanti possono essere gli eventi della vita che ci mettono a dura prova.

Le persone resilienti non sono persone invincibili, eroi o sagome di ghiaccio. Anche chi ha sviluppato una buona resilienza soffre, ma non fa di questa sofferenza l’unica ragione della sua vita.

Le persone resilienti non si limitano a sopravvivere, reagiscono alla vita, riescono a mettere in campo la loro voglia di tornare a sorridere e lottano ogni giorno per conquistare la serenità perduta.

Spesso quando accadono piccole o grandi tragedie, le persone reagiscono chiudendosi nel ruolo di vittime: subiscono in maniera passiva la vita, si danno per sconfitte, credono che oramai tutto sia perduto.

Saper reagire di fronte agli eventi

L’impotenza e il vittimismo alimentano in maniera negativa un circolo vizioso in cui dominano solo emozioni tossiche e dannose: la rabbia, il risentimento, il desiderio di vendetta.

In questo groviglio di emozioni negative non c’è spazio per la speranza e il cambiamento e si cade in un vortice altamente pericoloso: ci si nega la possibilità di tornare a vivere, si fa del malessere il proprio compagno di viaggio.

Il modo in cui affrontiamo gli eventi dipende dalla nostra storia di vita, dal bagaglio di esperienze che ci portiamo dietro, dalle dinamiche familiari in cui abbiamo vissuto.

Ci sono famiglie che si sono sempre distinte per la loro capacità di risollevarsi e fronteggiare le sfide, altre che hanno mostrato una maggiore fragilità e hanno ceduto alla sofferenza.

Qualunque siano le tue origini e la tua storia, non dimenticare mai che è possibile cambiare le carte in tavola per iniziare a costruire in modo attivo e sano la tua capacità di essere resiliente.

Come sviluppare la resilienza

Ognuno di noi può potenziare la propria resilienza. Si tratta di un processo lungo e faticoso, in cui bisogna essere disposti a mettersi in discussione. Generalmente è proprio questo il percorso in cui ogni psicologo accompagna il suo paziente.

Una grande studiosa della resilienza, Froma Walsh, nel suo libro “La resilienza familiare” indica gli aspetti da potenziare per migliorare il proprio benessere. Te ne riporto alcuni:

  • Normalizza l’evento accaduto: i problemi e le difficoltà della vita fanno pare dell’esistenza e la sofferenza che stai provando è del tutto normale in seguito ad un brutto evento. Questo ti può aiutare a considerarlo come qualcosa di gestibile.
  • Considera la crisi come un’opportunità: i grandi cambiamenti avvengono proprio nei periodi più brutti, in cui si sente la necessità di dover modificare qualcosa che non funziona più nella nostra vita.
  • Le sfide si affrontano meglio se condivise: la guerra non si vince in solitaria! Affrontare le difficoltà con i propri familiari permette di attingere a più risorse e ricevere un maggior sostegno.
  • Coltiva la speranza: avere un atteggiamento positivo verso il futuro aiuta a ridurre lo stress nel presente. Essere positivi non significa negare le difficoltà, ma riuscire a pensare che questa sofferenza avrà una sua fine e che il futuro sarà diverso.
  • Credi nelle tue capacità: anche tu hai le risorse e le capacità per fronteggiare le difficoltà. Fai questo esercizio: ritorna con la mente alla tua ultima crisi e ripensa agli sforzi che hai dovuto fare per uscirne fuori. Rimetti in campo la stessa grinta e energia, devi solo rispolverare la tua forza interiore.
  • Condividi le tue emozioni: comunicare ai tuoi familiari quello che stai provando, come ti senti e cosa vorresti da loro, aiuta a proiettare all’esterno le emozioni negative e favorisce il dialogo, permettendoti di ricevere il sostegno di cui hai bisogno.
  • Accetta ciò che non si può modificare: prendi consapevolezza dei limiti concreti della situazione, non alimentare speranze e illusioni irreali perchè questo finirà solo per aumentare la tua sofferenza.

Diventa una persona resiliente

La vita a volte ci riserva delle brutte sorprese, ma nulla può distruggerci, anche il dolore più grande. Siamo in grado di affrontare con coraggio ogni sfida, non importa se ci vorranno mesi e se ci sentiremo giù.

È normale soffrire ed è giusto e sano che sia così, ma potenziare la tua resilienza ti aiuterà a gestire meglio le difficoltà. Devi solo provarci.

Ti lascio con queste due letture consigliate per potenziare la propria resilienza, storie di vita e riflessioni su come superare le avversità:

                                    

Approfondisci anche:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.