combattere l'ansia in maniera efficace

Inizia a combattere l’ansia mettendo in pratica 5 strategie utili ed efficaci che ti aiuteranno a tenere a bada i tuoi pensieri.

Combattere l’ansia può diventare un vero e proprio ostacolo nella vita di tutti i giorni, un pensiero ossessivo che finisce con il rendere invivibile la tua quotidianità.

Sei una persona ansiosa? Allora saprai già quanto sia difficile riuscire a combattere l’ansia. Più ci sforziamo di controllare i pensieri negativi, più questi sembrano rincorrerci.

L’ansia oggi è tra i disturbi più diffusi e sembra che le donne in particolar modo tendano ad ammalarsi molto più frequentemente.

Combattere l’ansia: i falsi miti

Intorno all’ansia ruotano molte informazioni distorte: spesso c’è la convinzione che si possa uscire dall’ansia in autonomia, essendo a volte confusa con una condizione passeggera di tensione e nervosismo.

In realtà ogni disturbo d’ansia necessita di essere trattato con l’aiuto di uno psicoterapeuta, ma non è detto che sia sempre necessario ricorrere ai farmaci.

Se senti di non riuscire più a gestire la tua ansia, la scelta migliore che tu possa fare per risolvere il problema alla radice è quella di rivolgerti ad uno psicologo.

Tuttavia ci sono alcune strategie che possono esserti utili per provare a tenere a bada i sintomi dell’ansia: vediamole insieme.

5 strategie per combattere l’ansia

  • Focalizzati sul presente: uno dei problemi principali delle persone ansiose è quello di preoccuparsi in maniera eccessiva per il futuro. “Cosa succederà se…?” ,”Come farò quando..?”, sono solo alcune delle domande più ricorrenti. Vivi il presente attimo per attimo, lascia la mente libera e sgombra dal circuito negativo delle tue preoccupazioni.
  • Smetti di rimuginare: non occupare tutto il tuo tempo a rimuginare su pensieri brutti, non ingrigire le tue giornate pensando a tutte le tragedie che potrebbero capitarti. Una delle rimuginazioni più ricorrenti: “quando mi passerà l’ansia?” non fa che alimentare ancora di più il tuo malessere.
  • Non cercare i tuoi sintomi! Ogni persona ansiosa presta un’attenzione esagerata nei confronti di tutte le modificazioni del proprio corpo. Si perde tempo nel controllare la frequenza del respiro, il ritmo del battito cardiaco, ci si ferma a sentire i mutamenti impercettibili e del tutto normali che avvengono al proprio interno. Questo atteggiamento è estremamente dannoso perché porta ad amplificare i sintomi.
  • Razionalizza le tue ipotesi: so che è difficile, ma se vuoi combattere l’ansia devi iniziare a cambiare atteggiamento partendo anche dai tuoi pensieri. Il tuo allarme è reale, c’è un concreto pericolo o sono semplicemente paure irrazionali ed ipotesi? Questo può aiutarti a gestire l’ansia in maniera diversa, acquisendo una visione alternativa della situazione.
  • Impara a rilassarti: sono tante le opportunità per fare qualcosa di piacevole e rilassante. C’è chi ama ascoltare la musica, chi preferisce passeggiare nel parco, chi pratica sport e chi si diletta con la pittura. Hai mai provato con i mandala da colorare o con le tecniche di rilassamento? Sono ottimi rimedi per combattere l’ansia e ottenere risultati efficaci in poco tempo.

Combattere l’ansia: perché devo andare in terapia?

Le strategie appena suggerite sono comunque temporanee e riescono solo ad aiutarti in maniera superficiale. Per risolvere del tutto la tua problematica sarà necessario intraprendere una psicoterapia personale. Solo così si potrà ricostruire il significato dei tuoi sintomi e capire quali situazioni stanno causando il tuo malessere.

Hai bisogno di uno Psicologo a Chieti Pescara? Scopri come chiedere aiuto o prova il nuovo servizio di consulenza psicologica on-line.

Vuoi qualche spunto per le tue letture di approfondimento? Prova con questi libri che ho selezionato per te, cliccando da qui potrai acquistarli direttamente su Amazon a prezzo scontato:

      

Potrebbe interessarti anche:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.