il bisogno di piacere a tutti

Il bisogno di piacere a tutti a volte si trasforma in una vera e propria ossessione, indice di una scarsa autostima. Questo bisogno compulsivo di sedurre e di sentirsi desiderata, può creare con il tempo numerosi problemi.

Perché hai bisogno di piacere agli altri?

Il bisogno di piacere a tutti è strettamente legato alla nostra autostima: se otteniamo ammirazione e consenso da chi ci circonda, avremo molte relazioni positive sentendoci persone interessanti e degne di amore.

A volte però questo bisogno finisce con il diventare l’unico obiettivo della nostra giornata, portandoci nel tempo a dimenticare chi siamo realmente.

Rifletti un attimo: quante volte ti è capitato di fingere pur di ottenere apprezzamenti per il tuo modo di essere?

Essenzialmente sono tre le motivazioni principali che portano a voler piacere agli altri: una bassa autostima, l’accettazione sociale e il modo in cui siamo cresciuti sin da piccoli.

Bassa autostima

La bassa autostima porta ad aver bisogno costantemente di un feedback positivo da parte degli altri. Quando quest’ultimo non arriva, la persona crolla e crede di non valere nulla.

Per evitare una situazione simile, spesso si è portati a camuffare la propria reale identità, credendo di essere maggiormente apprezzati.

Sentirsi accettati

L’accettazione sociale è un bisogno naturale che nasce dall’essere parte di una comunità e dalla necessità di sperimentare un forte senso di appartenenza.

Chi non viene accettato, finisce spesso col vivere ai margini, etichettato sin da piccolo e messo in un angolo.

Le origini nell’infanzia

Alcuni di noi, sin da piccoli hanno iniziato a comportarsi cercando di compiacere gli altri: dai genitori agli insegnanti, gli amici di scuola e poi il gruppo in adolescenza, per finire allo stesso partner.

Generalmente chi vive in funzione dell’approvazione altrui, non fa che rivolgere continue domande e richieste del tipo: “Tu cosa faresti al posto mio?“, “Credi che abbia fatto la scelta giusta?“.

Si tratta di un modo per delegare all’altro la responsabilità di scegliere per noi, come se le nostre decisioni valessero poco o nulla.

Bisogno patologico di piacere agli altri

Quando il bisogno di piacere agli altri diventa un’ossessione, si rischia di ricevere solo effetti negativi. Vediamone alcuni:

  • L’altro ha l’obbligo di farci sentire unici e speciali ogni giorno: non viene più considerato come una persona, ma unicamente come fonte di gratificazione.
  • Le relazione diventa finta: ogni nostro comportamento è finalizzato ad ottenere il compiacimento dell’altro e si perde il piacere dello scambio reciproco.
  • Ci si annulla come persone: se il pensiero costante è quello di piacere all’altro, farò di tutto per adattarmi alle sue esigenze, dimenticando e trascurando completamente i miei bisogni.

Come superare il bisogno di piacere agli altri

Vivere costantemente con questa preoccupazione può essere davvero deleterio e sfiancante. Non è fingendo un’identità diversa dalla propria che si supererà il terrore dell’abbandono. Prova a lavorare su questi atteggiamenti:

  • Aumenta la tua autostima: inizia a riscoprire gli aspetti positivi di te, della tua storia e della tua persona, ma senza ottenere l’approvazione dall’esterno.
  • Esprimi i tuoi desideri e non le tue necessità: sono due cose diverse, riflettici. Il desiderio è qualcosa che puoi raggiungere con piacere per migliorare il tuo benessere, mentre la necessità può diventare accecante, può farti perdere di vista tutto il resto.
  • Metti da parte le mancanze del passato: chi ha una bassa autostima con molta probabilità non ha ricevuto abbastanza lodi e apprezzamenti in famiglia, non ha ottenuto la giusta visibilità, così ha rivolto all’esterno questo bisogno di riconoscimento. Questo non significa che tu debba trascorrere il resto della tua esistenza leccandoti le ferite. Cerca di guardare in che modo potresti cambiare il tuo futuro.

Cosa ti può aiutare

Se senti di non farcela da solo, se credi che questo bisogno di piacere a tutti i costi ti stia portando via la serenità che meriti, forse dovresti prendere in considerazione l’idea di chiedere aiuto e di rivolgerti ad un professionista.

Scopri il mio servizio di consulenza psicologica on line o chiedi un appuntamento allo studio a Pescara e Chieti.

Letture sull’autostima

Esistono inoltre dei manuali che potrebbero aiutarti a capire meglio come affrontare il problema. Ne ho selezionati alcuni:

Autostima e benessere: consigli utili

Ecco altri approfondimenti utili per migliorare il tuo benessere e la tua autostima:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.