come combattere insonnia

Soffri d’insonnia? Scopri i sintomi e le cure per tornare a dormire serenamente. Ecco 10 consigli che potranno aiutarti.

Intere nottate a rigirarsi nel letto, fissando il soffitto: chi soffre di insonnia conosce bene lo scenario. Ma è possibile recuperare un sonno sereno senza ricorrere all’abuso di farmaci?

Cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza, sfatando falsi miti e mettendo da parte cattive abitudini che al contrario potrebbero incentivare l’insonnia.

Definizione di insonnia

L’insonnia rientra nel gruppo dei disturbi del sonno ed è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • difficoltà ad addormentarsi
  • continui risvegli notturni con difficoltà a riaddomentarsi
  • svegliarsi troppo presto al mattino.

Ad oggi è uno dei disturbi più diffusi, che colpisce buona parte della popolazione.

Cause dell’insonnia

L’insonnia in alcuni casi potrebbe essere la spia di qualcos’altro, per cui prima di ricorrere a metodi fai da te sarebbe bene capirne la causa.
Spesso situazioni stressanti, preoccupazioni, cambiamenti importanti, come una gravidanza o un trasferimento, possono favorire un’alterazione del sonno leggera e transitoria.

In altri casi invece l’insonnia potrebbe essere la spia di disagi più complessi, come un disturbo d’ansia, una depressione o una condizione di stress cronico.

In queste situazioni è opportuno chiedere aiuto ad uno psicologo per poter impostare la cura più adeguata.

Conseguenze dell’insonnia

L’insonnia produce conseguenze a breve e a lungo termine. Tutti abbiamo fatto i conti con la sensazione di stanchezza al risveglio e il mal di testa persistente.

In breve tempo questo sintomo peggiora la qualità della nostra vita, influenzando negativamente la nostra quotidianità e persino le relazioni sociali. Recentemente è stato anche dimostrato che diminuisce persino la nostra capacità di autocontrollo.

Ci si sente sempre nervosi, tesi, agitati, insofferenti. Diminuiscono la concentrazione e la lucidità con ripercussioni anche dal punto di vista lavorativo.

L’insonnia innesca un circolo vizioso dal quale è difficile, ma non impossibile, liberarsi. L‘agitazione accumulata dopo una notte insonne aumenta la stanchezza diurna. Quando arriva la sera, inizia a salire l’ansia al pensiero di dover andare a dormire. Questa tensione impedirà al corpo di rilassarsi: ecco come si pongono i presupposti per un’altra notte ad occhi aperti.

Insonnia: cosa fare

Spesso le persone mettono in atto strategie che favoriscono la persistenza del problema. Scopriamo insieme quali rimedi semplici ed efficaci possiamo adottare per ripristinare un corretto ciclo del sonno.

Cosa evitare

Innanzitutto inizia con il modificare questi cattivi comportamenti:

  • Caffeina e alcool: evita il consumo di bevande contenenti caffeina e alcool nell’arco della giornata. Ti terranno sveglia non solo di giorno, ma anche di notte!
  • Condizioni ambientali: libera la camera da letto da fonti di luce, calore o dispositivi elettronici che potrebbero infastidirti durante la notte.
  • Pc e smartphone: evita di utilizzare pc, tablet e smartphone prima di andare a dormire. È scientificamente provato che interferiscono con il sonno, mantenendo il cervello vigile e attivo.
  • Cellulare acceso: non lasciare il telefono accanto al comodino, il solo pensiero di dover controllare l’ultima notifica impedisce al cervello di rilassarsi.
  • Evita il classico sonnellino pomeridiano anche se sei stanca: se proprio non riesci a farne a meno non superare i 30 minuti.

Cosa puoi fare per risolvere l’insonnia

  • Dedicati ad attività rilassanti e piacevoli: leggi un libro, bevi una camomilla o una tisana, ascolta della musica rilassante. Puoi anche fare un bel bagno caldo d’inverno o una lunga doccia tiepida d’estate. Hai mai provato a colorare i mandala? Sono un ottimo antistress.
  • Utilizza la camera da letto solo per dormire: il cervello deve associare il riposo ad uno specifico ambiente della casa.
  • Favorisci la produzione naturale di melatonina: prima di ricorrere alle compresse, ricordati che la melatonina viene prodotta spontaneamente dal nostro corpo mediante l’esposizione alla luce del sole. Trascorri qualche ora all’aperto nelle ore di luce e riduci la luce artificiale dentro casa.
  • Non restare a letto se non riesci a dormire: cambia stanza, distraiti e torna in camera solo quando senti di nuovo la stanchezza.
  • Frequenta un corso sulle tecniche di rilassamento: gli esercizi si apprendono in fretta dopo un breve training. Ripetuti quotidianamente, anche prima di andare a dormire, aiutano a combattere l’insonnia.

Insonnia: libri utili

Se vuoi approfondire l’argomento e trovare altri spunti per gestire il sonno in maniera corretta, prova a dare un’occhiata a questi libri. Non sono soluzioni magiche, ma ti aiuteranno a comprendere meglio la natura del disturbo, dandoti suggerimenti utili.

Ecco altre letture interessanti per il tuo benessere:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.